Fabriano: giovani da primato sulla nuova pista

03 Maggio 2021

Pagliarini record regionale negli 80 cadette (9”87), il peso dell’allieva Coppari a 14.60 per il ritorno dell’atletica allo stadio comunale, a un mese dalla rassegna tricolore di prove multiple

 

È tornata l’atletica allo stadio comunale di Fabriano. Sulla nuova pista azzurra, dopo diversi anni di assenza, con i giovani impegnati nella prima prova del campionato di società cadetti, valida anche come fase di qualificazione per gli allievi. Tra i tanti risultati, spiccano due record regionali. Ancora un’impresa della 15enne Alice Pagliarini che vola in 9”87 sugli 80 metri, nonostante la pioggia e il forte vento contrario (-2.1), per eguagliare il limite marchigiano under 16 stabilito dalla pesarese Elisabetta Vandi nel 2015. Sempre più veloce la cadetta dell’Atletica Avis Fano, vicecampionessa italiana di categoria nella passata stagione. La doppia figlia d’arte, del tecnico Andrea e della sprinter Mita Delia, migliora di nove centesimi il personale rispetto al già notevole 9”96 dell’anno scorso.

Inarrestabile nei lanci l’allieva Sofia Coppari. Un altro acuto per la 16enne dell’Atletica Fabriano, stavolta sulla pedana di casa, con 14.60 nel peso che incrementa il suo primato regionale under 18 all’aperto di 14.23 dopo appena due settimane, anche se l’atleta allenata da Pino Gagliardi si è spinta durante l’inverno a 15.70 conquistando l’argento tricolore. E sfiora con 44.00 il record nel disco, vicina al recente 44.69.

Nelle gare degli allievi brillano sugli 800 metri le mezzofondiste fanesi della Sef Stamura Ancona: 2’18”04 per Eva Luna Falcioni, bronzo ai campionati italiani nei 1500 indoor, tallonata dalla compagna di club Virginia Bancolini in 2’18”25. Cresce nell’alto Riccardo Ricci (Atl. Avis Macerata) che aggiunge due centimetri al personale con 1.91 e nel giavellotto il compagno di club Giovanni Stella Fagiani (Atl. Avis Macerata) si migliora di oltre due metri fino a 55.61. Nel lungo netto progresso di Chiara Rociola (Asa Ascoli Piceno) con 5.48 (+1.7) mentre sui 100 ostacoli Succes Festus (Atl. Fabriano) corre in 15”27.

La sfida dei 3000 metri va a Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova) in 10’42”60 con due secondi esatti di vantaggio nei confronti di Emma Baldoni (Atl. Avis Macerata, 10’44”60). Nei 400 ostacoli prevale l’osimano Filippo Iurini (Team Atl. Marche, 57”91) e al femminile Giorgia Messi (Sef Stamura Ancona, 1’07”95), nei 200 metri Chiara Menotti (Atl. Avis Macerata) con 26”22 (-1.2), invece Serena Frolli si aggiudica i 400 in 1’00”26 prima di condurre la 4x400 del Team Atletica Marche a 4’12”95 insieme ad Alice Frontalini, Fatima Ezzara Houti ed Elena Crosta.

Tra gli under 16 anche nel lungo domina Alice Pagliarini (Atl. Avis Fano) con 5.11 (+0.1). Nella staffetta 4x100 metri 50”39 per l’Atletica Avis Macerata con Giulia Olimpi, Anna Mengarelli (prima nei 300 in 43”43), Sofia Gentilucci (seconda nel lungo con 4.73) e Sonia Gattari (seconda negli 80 in 10”50). In evidenza i lanciatori dell’Asa Ascoli Piceno: nel peso Marco Nardocci (15.92) e nel giavellotto Pietro Colonnella (50.20). Doppiette per Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), nel lungo con 5.86 (-1.5) e sui 100 ostacoli in 14”29 (-0.1), e per Lorenzo Riccioni (Atl. Fabriano), 9”61 negli 80 e 38”09 sui 300 metri. Nel mezzofondo successi tra gli altri di Leonardo Chiappini (Collection Atl. Sambenedettese, 3’48”16 nei 1200 siepi) e Davide Kutrov (Atl. Senigallia) in 2’53”61 sui 1000 metri vinti al femminile da Matilde Giuliani (Atl. Avis Fano, 3’09”88). La vicecampionessa italiana cadette Elisa Marini (Cus Macerata) chiude in 15’17”53 nei 3000 di marcia. Buona la prima nel rinnovato impianto di Fabriano che tra un mese, nel weekend del 5 e 6 giugno, accoglierà i Campionati italiani juniores e promesse di prove multiple.

File allegati:
- Risultati

Alice Pagliarini (foto archivio Maurizio Iesari)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate