Grande Lazio ad Ancona! 6 titoli italiani

10 Febbraio 2019

Dopo il successo di Flamigni, nella seconda giornata dei Tricolori Allievi vincono Benati, Simonelli, Morseletto, Cappabianca e Donna. Undici medaglie in un super weekend


 

di Lorenzo Bufalino

Bellissimo Campionato Italiano Allievi indoor per i colori dell’atletica laziale, che riesce ad aggiudicarsi ben 11 medaglie totali tra cui cinque titoli. Nella seconda giornata spiccano i due “Re” dell’edizione 2019, Lorenzo Benati vittorioso nei 400 dopo il primato italiano allievi fatto registrare nelle batterie di ieri (47.74), e Lorenzo Simonelli incontrastato dominatore dei 60 ostacoli. Vince senza rivali anche Federico Morseletto nel triplo arrivato vicino ai 15 metri, Alessia Cappabianca nei 200 ed una splendida Linda Donna nell’asta femminile, capace di superare il proprio personale per ben 5 volte. Medaglie nella seconda giornata anche per Alessandro Meduri nell’alto, Sebastiano Taviani ottimo terzo nei 400 e la staffetta delle Fiamme Gialle Simoni al femminile che è arrivata all’argento. Nella classifica per squadre arrivano i due podi delle allieve delle Fiamme Gialle Simoni seconde che precedono l’Atletica Studentesca Milardi.

Tra i ragazzi i migliori sono gli allievi della squadra reatina alla fine quinta. 

clicca qui - TUTTI I RISULTATI DI ANCONA

I MAGNIFICI LORENZI — Un nome, una garanzia sembra essere quello dei due atleti laziali Lorenzo Benati (Roma Acquacetosa) e Lorenzo Simonelli (Esercito Sport&Giovani). Dopo la migliore prestazione fatta segnare ieri con 47.74, Lorenzo Benati vince controllando la finale con il tempo di 49.12. Lorenzo Simonelli partiva da favorito, forte della sua migliore prestazione italiana corsa quest’anno nei 60 ostacoli (7.71). Il romano non ha avuto rivali correndo sin dalle batterie sotto gli 8”. Vince la finale con 7.76, tempo lontano soltanto 5 centesimi dal suo primato.

MORSELETTO VICINO AI 15 — Federico Morseletto (Studentesca Milardi) vince il triplo da favorito. Quattro salti validi ed una serie solida l’ha portato quasi ai 15 metri con la miglior misura di 14,86. Per lui personale che fa ben sperare per la stagione all’aperto. 

CAPPABIANCA ORO — La medaglia d’oro nella staffetta mista agli Europei allievi del 2018, Alessia Cappabianca (Esercito Sport&Giovani) vince la gara dei 200 metri. Per lei una buona gara sia in batteria che in finale dove ha sfiorato la barriera dei 25” con il tempo di 25.02. 

DONNA FANTASTICA — Una gara che ricorderà per sempre. Linda Donna (Fiamme Gialle Simoni) partiva da un personale di 3,45 prima del campionato tricolore.

La ragazza del sodalizio di Ostia supera al secondo tentativo 3,45, poi al primo supera 3,50. In una gara tirata, supera alla seconda prova sia il 3,55 che il 3,60. A 3,65 il capolavoro con un salto al terzo tentativo che le fa vincere il titolo. Non contenta supera alla fine anche quota 3,70, superando nella stessa gara per ben 5 volte il precedente personale. Quinta invece è arrivata Luce Barbi (Studentesca Milardi), atleta che partiva con il secondo miglior accredito. La romana si deve accontentare della misura di 3,35, venti centimetri sotto al personale. 

FIAMME GIALLE DI ARGENTO — La staffetta allieve 4x1 giro delle Fiamme Gialle Simoni composta da Giulia Acciavatti, Federica Tozzi, Yasmin Scirocchi e Valeria Imperi arriva seconda, solo dietro alle fortissime atlete della Lecco Colombo Costruzioni. Settime invece le ragazze della Studentesca Milardi mentre sono 13° quelle dell’ACSI Italia Atletica. Al maschile un quarto ed un quinto posto per Fiamme Gialle Simoni e Studentesca Milardi.

TAVIANI OTTIMO BRONZO — Sebastiano Taviani era stato ottimo protagonista nelle batterie dei 400, riuscendo ad aggiudicarsi un posto per la finale. Il romano della Giovanni Scavo 2000 lotta nella finale controllata da Benati ed arriva terzo con il tempo di 50.04, suo nuovo record personale. Sfiora invece il podio al femminile Federica Pansini (Studentesca Milardi), che negli ultimi metri della gara dei 400 si fa purtroppo infilare ad una avversaria per la vittoria del bronzo. 

MEDURI TERZO — Alessandro Meduri (Campidoglio Palatino), campione italiano lo scorso anno tra i cadetti, arriva terzo al suo primo campionato tra gli allievi. Per lui un ottimo 1,99, ad un solo centimetro dalla barriera dei 2 metri che rappresenta anche il suo record personale 

OTTOVEGGIO QUINTA CON PB — Federica Ottoveggio (Fiamme Gialle Simoni) arriva quinta nel salto triplo senza rammarico. Per lei un grande balzo fino a 12,15, nuovo personale, che l'ha mantenuta in lotta per le medaglie in una gara dall’alto contenuto tecnico.


Linda Donna (foto Montesano/FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate