Strada e cross: tutte le corse del weekend

19 Novembre 2018

Risultati e vincitori delle manifestazioni di domenica 18 novembre inserite nel calendario nazionale


 

Non solo la Verona Marathon e la Ultra K Marathon valida come rassegna tricolore dei 50 km a Salsomaggiore Terme (Parma), in un weekend ricco di manifestazioni per il calendario delle gare su strada. La seconda edizione della Corsa dei Castelli, a Trieste, vede il successo di Ahmed El Mazoury. Il portacolori dell’Atletica Casone Noceto, sui 10 chilometri dal castello di Miramare a quello di San Giusto, ha chiuso con il tempo di 30:13. Nonostante il freddo intenso, le raffiche di bora da 30 nodi e l’ultimo chilometro tutto in salita, il campione italiano di mezza maratona è riuscito a tenere una media di tre minuti ogni mille metri facendo subito il vuoto, per correre in solitaria verso l’arrivo. Dietro di lui il quintetto di atleti africani è rimasto insieme fino all’inizio della salita di via Capitolina, dove è avvenuta la selezione che li ha portati al traguardo staccati uno dall’altro. Così la seconda piazza è andata al keniano Daniel Ngeno (Atl. Libertas Orvieto, 30:35), mentre terzo è giunto il ruandese Jean-Baptiste Simukeka (Gs Orecchiella Garfagnana, 31:00). Quinto l’olimpionico Ezekiel Kemboi (31:30), preceduto anche dal connazionale Jonathan Kosgei Kanda (Atl. Castello, 31:20). In campo femminile la vittoria è andata a Teresa Montrone (Alteratletica Locorotondo), pugliese ma ormai triestina di adozione, che pur senza forzare si è imposta in 37:43. Al secondo posto l’udinese Laura Castellani (Keep Moving, 42:05) e terza Francesca Lettig (Trieste Atletica, 42:36). [RISULTATI/Results]

PALERMO - Ancora Kenya sul gradino più alto della 24esima Maratona di Palermo, ancora Hosea Kimeli Kisorio (Atl. Virtus Cr Lucca) che si è aggiudicato per il secondo anno di fila - primo atleta a centrare la doppietta - la manifestazione con circa 1700 atleti ai nastri di partenza, tra distanza regina e mezza. Il keniano ha chiuso in 2h19:35 migliorando sensibilmente il tempo dello scorso anno per surclassare il connazionale Samson Mungai Kagia (Atl. Sandro Calvesi, 2h26:48). Terzo, a sorpresa, Cristiano Favaro (Amatori Atl. Chirignago, 2h40:26). Arriva dalla lontanissima Nuova Zelanda invece la vincitrice al femminile della maratona: si chiama Kathryn Daigneault, ha 30 anni ed era alla sua seconda maratona di sempre, completata in 3h31:36. Alle sue spalle la maltese Karen Xerri (3h36:06) e Lara La Pera (Marathon Misilmeri, 3h42:26). Al primo e alla prima degli italiani anche il libro “Storia dell’atletica italiana dai miti Eraclei al 2006” di Pino Clemente e Sergio Giuntini. La mezza maratona è stata terreno di conquista per il marocchino Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport, 1h10:41) e Francesca Vassallo (Pol. Atl. Bagheria, 1h25:38). [RISULTATI/Results]

SCICLI - Si rinnova la tradizione del Memorial Peppe Greco, corsa di 10 chilometri che dal 1990 si snoda sulle strade barocche di Scicli (Ragusa). Nell’edizione numero 28, quasi due mesi dopo rispetto alla tradizionale data di settembre, a dominare è il ruandese Felicien Muhitira (Italia Marathon Club) in 29:15 con un largo vantaggio nei confronti del burundese Jean-Marie Vianney Niyomukiza (Caivano Runners, 30:04) e dell’altro ruandese Primien Manirafasha (30:06). In gara atleti di tutte le categorie, dai giovanissimi ai master, per una vera festa di sport. [RISULTATI/Results]

CASERTA - Nella 5ª Reggia Reggia a Caserta, abbinata alla seconda edizione de La Mezza Maratona d’Italia, vittoria di Hajjaj El Jebli (International Security Service) in 1h06:01 davanti a Youssef Aich (Pod. Il Laghetto, 1h07:59) e Mohamed Hajjy (Castenaso Celtic Druid, 1h08:48). Quinto e primo degli italiani Raffaele Giovannelli (International Security Service, 1h10:50), mentre il popolare ultramaratoneta Giorgio Calcaterra (Calcaterra Sport) si è piazzato sesto con il tempo di 1h13:43. La gara femminile ha visto trionfare la keniana Lenah Jerotich (Atletica 2005) in 1h13:45 che ha preceduto Aurora Ermini (Acsi Italia Atletica, 1h17:55) e la marocchina Hanane Janat (Pod. Il Laghetto, 1h21:45). Quasi 1900 gli atleti arrivati al traguardo. [RISULTATI/Results]

UTA - Doppietta keniana alla 22esima Maratonina Città di Uta, nella città metropolitana di Cagliari. Tra gli uomini Gideon Kiplagat Kurgat (Atl. Virtus Cr Lucca) si presenta per primo al traguardo in 1h10:24 davanti a Giuseppe Mura (1h11:08) e Gabriele Motzo (1h11:30), entrambi della Isolarun. Al femminile Vivian Jerop Kemboi (Atl. Saluzzo) con 1h12:56 realizza il nuovo primato della gara superando la connazionale Ivyne Jeruto Lagat (#iloverun Athletic Terni, 1h13:54), vincitrice dello scorso anno, mentre finisce terza Claudia Pinna (Cus Cagliari, 1h18:05). [RISULTATI/Results]

LIGURIA - Ad aprire l’albo d’oro della Liguria Marathon sono Michele Belluschi (Atl. Recanati, 2h33:24) e Laura Mazzucco (Pam Mondovì-Chiusa Pesio, 3h14:58). Nell’edizione inaugurale della 42,195 km che ha unito nove comuni con partenza da Marina di Loano e arrivo a Savona, nonostante il vento sul percorso, il comasco si è lasciato alle spalle il marocchino Mohamed Rity (Delta Spedizioni, 2h38:20) e Corrado Pronzati (Maratoneti Genovesi, 2h42:47), mentre la vincitrice tra le donne ha avuto la meglio su Elisa Almondo (Brancaleone Asti, 3h16:00) e Maddalena Tixe (Rensen Sport Team, 3h25:04). [RISULTATI/Results]

TORINO - Di corsa nel Parco Valentino, a Torino, per “La Mezza che Vale” con il successo al maschile di Massimo Farcoz (Pont-Saint-Martin) che in 1h14:15 ha preceduto di un soffio Paolo Boggio (1h14:17), terzo Luca Cerva Perolin (1h14:48). Prima delle donne Karin Angotti (Gp Garlaschese, 1h24:44) con circa tre minuti di vantaggio su Alessandra Bresciani (1h27:40) e Rosa Alfieri (1h27:50). [RISULTATI/Results]

CROSS VALSUGANA - Ottava edizione per il Cross della Valsugana a Levico Terme (Trento), disputato dopo il rinvio di domenica 4 novembre a causa dell’intensa ondata di maltempo sul territorio. Davide Raineri (Atletica Trento) ha tagliato per primo il traguardo al termine dei 9,2 km sul percorso disegnato nella cornice di Parco Segantini in 29:53, lasciandosi alle spalle Emanuele Franceschini (Us Quercia Trentingrana, 29:58) e il giovane altoatesino Daniel Pattis (Südtirol Team Club, 30:09) che ha così completato il podio. Unica presenza al femminile invece quella di Silvia Battisti (Lagarina Crus Team) in 33:09 sugli 8 chilometri. Particolarmente interessante è stata la sfida delle allieve con la bresciana Sophia Favalli (Freezone, 4 km in 15:21) che ha superato Katja Pattis (Südtirol Team Club, 15:28) e la tricolore Elisa Ducoli (Freezone, 15:44). Tra gli allievi Devid Caresani (Atl. Tione, 20:24 nei 6 km) sul filo di lana ha avuto la meglio di Leonardo Ruffo (Cus Padova, 20:25) mentre nelle gare juniores a sorridere sono stati Mihail Sirbu (Gs Quantin Alpenplus, 19:34) e la sudtirolese Lara Vorhauser (Sterzing Volksbank, 16:28). [RISULTATI/Results]

l.c.

(da comunicati stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: