Sara Fantini in finale nel martello a Tokyo

01 Agosto 2021

Con il 12° posto in qualificazione Sara Fantini si qualifica per la finale del martello. Edoardo Scotti non supera la batteria dei 400 metri

 
Si presentava in pedana con la 29^ misura di accredito come primato personale fra le 31 atlete in gara nel martello, suddivise in 2 gruppi, per cui riuscire ad accedere alla finale con la 12^ misura è stata una grande impresa per Sara Fantini, atleta dei Carabinieri, ex Cus Parma.
La Fantini si è presentata subito (era nel gruppo A di lanciatrici) con un lancio di 71,68, sua seconda misura di sempre dopo il primato personale di 72,31 del 19 giugno scorso a Madrid. Il limite per la qualificazione diretta era 73,50, quindi oltre 1 metro rispetto al suo limite attuale. Ma avvicinare la misura di qualificazione e già al 1° lancio significava una discreta possibilità di entrare fra le prime 12 atlete, qualora 73,50 non fosse stata raggiunta appunto da 12 atlete. Dopo il 1° turno Sara è in quarta posizione del gruppo A, poi viene superata da un'altra atleta.

Nei 2 lanci successivi ancora buone misure, pur inferiori al lancio top iniziale: 69.27 e 69,26.
Non restava quindi attendere l'evolversi dei lanci nel gruppo B, che iniziava alla conclusione del gruppo A, con 15 atlete in pedana, tutte con personali superiori a quelli di Sara.
Dopo il 1° turno in 4 fanno meglio del 71,68 della Fantini, che retrocede quindi al 9° posto complessivo. Nel 2° turno anche un'altra atleta supera la misura della emiliana e siamo quindi al 10° posto. Nell'ultimo turno la statunitense Berry lancia a 73,19 e pure la rumena Ghelber supera di 3 cm la misura di Sara ... ma nessuna altra neanche si avvicina. 
Con 71,68, Sara Fantini ha quindi la dodicesima misura fra le 31 atlete in gara e conquista la finale che si svolgerà fra 2 giorni.
...
Per Edoardo Scotti (Carabinieri), nonostante un buon 45.71, 4° nella sesta batteria, non c'è il passaggio in semifinale. Occorreva entrare nei 3 di ogni batteria (nella sua rispettivamente i primi 3 hanno corso in 44.95, 45.35 e 45.56), mentre per i 6 "ripescaggi" sarebbe stato necessario un tempo inferiore a 45.51. Semifinale conquistata invece da Davide Re, 5° nella quarta batteria, con 45.46, 4° fra i recuperati in base ai tempi.

Risultati di Tokyo in aggiornamento

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate